Emergenza caldo

Inserito il 5 agosto 2015 da ambientereale Nessun commento

L’avvento della stagione estiva, e la straordinaria ondata di caldo che sta caratterizzando questo periodo, ha connotato di particolare urgenza il servizio di raccolta e spazzamento dei rifiuti esercitato dall’Azienda Speciale Ambiente Reale che, a seguito della fruizione dei periodi feriali da parte dei propri addetti e nonostante le modalità organizzative adottate, si trova in una condizione di sottodimensionamento che rende complesso lo svolgimento del servizio affidato secondo i normali standard qualitativi.

Al fine di garantire l’erogazione del servizio RSU/RD e spazzamento con i medesimi standard garantiti nel corso dell’anno, per il limitato periodo estivo, l’Azienda, in accordo con l’amministrazione, ha provveduto a terziarizzare ad una ditta specializzata, a seguito di procedura di evidenza pubblica, lo svolgimento del servizio di raccolta e spazzamento su una limitata porzione del territorio comunale.

Occorre sottolineare che tale scelta – si ribadisce, limitata ai soli mesi di agosto e settembre, – non comporta alcun cambiamento nella concreta erogazione del servizio, poiché:

– il costo integrale del medesimo è a carico dell’Azienda Speciale, senza oneri aggiuntivi per i cittadini;

– il servizio di raccolta e spazzamento non subirà alcuna alterazione rispetto a quanto sino ad ora esercitato;

– l’Azienda Speciale continuerà regolarmente la propria attività nella zona del territorio comunale non oggetto di terziarizzazione.

Si tratta, insomma, di una misura temporaneamente limitata al periodo estivo che peraltro non cambierà in nessun modo il servizio di raccolta dei rifiuti svolto sino ad oggi dall’Azienda Speciale.

Sembrerebbe, tuttavia – ma si tratta di voci che l’Azienda Speciale ritiene non possano corrispondere al vero – che alcuni esponenti politici avrebbero insinuato, del tutto falsamente, che l’affidamento temporaneo di una parte del servizio ad una ditta esterna sarebbe stato illegale al punto da richiedere l’intervento dei carabinieri. Se fosse stata effettivamente messa in giro una affermazione del genere, si tratterebbe di una menzogna estremamente maldestra: ciascuno infatti può appurare che nessun intervento dei carabinieri vi è stato presso l’Azienda Speciale, tanto meno per fatti legati alla vicenda di cui stiamo parlando. La scelta di ricorrere alla temporanea terziarizzazione del servizio è stata ritenuta la migliore soluzione per fronteggiare la criticità estiva e scongiurare il verificarsi di un’emergenza sanitaria sul territorio. Una vera e propria “bufala”, insomma, pensata da qualcuno che, forse a causa del calore estivo, sembra più impegnato a chattare sui social network che ad adoperarsi costruttivamente per il perseguimento dell’interesse pubblico ed il benessere dei cittadini.

Inserisci un Commento

Il tuo indirizzo mail NON sarà PUBBLICATO.
Campi obbligatori contrassegnati con *

Questo sito usa PAFacile sviluppato da toSend.it - we make IT easy!